WP4 - Metodologie innovative e smart materials

La quarta sezione del progetto SISMI è dedicata agli Smart materials per il ripristino, il restauro e il recupero di manufatti storici in zone sismiche. Si tratta di materiali innovativi e nanotecnologie che possono essere fertilmente utilizzati per rafforzare  la resistenza di materiali tradizionali usati nell’edificazione storica. Si tratta in primo luogo di migliorare la conoscenza dei materiali da trattare, la loro debolezza e la compatibilità con i materiali innovativi. Anche in questo caso è utile ricorrere a pratiche diagnostiche innovative, come quelle connesse al telerilevamento.

Le possibilità di impiego dei materiali innovativi sono relative al trattamento superficiale di materiali metallici e lapidei, ma possono assumere significati di miglioramento sismico come nel caso del Textile Reinforced Mortar, anche se le sperimentazioni sono ancora in corso.

La ricerca ha quindi declinato il tema delle tecnologie smart in ambito sismico in due principali filoni:

a. Innovazioni per la conoscenza del costruito – applicazione di tecnologie avanzate e integrazione di tecniche tradizionali per l’acquisizione, l’interpretazione e la sistematizzazione di dati di diversa natura all’interno di modelli informativi che consentano la corretta visualizzazione e valutazione dei danni territoriali e dei comportamenti strutturali dei beni architettonici.

b. Innovazioni per la protezione delle superfici storiche – sperimentazione di materiali di ultima generazione – nonché di materiali tradizionali utilizzati in maniera innovativa - e individuazione delle tecniche più idonee per il trattamento, il consolidamento e la protezione di differenti tipi di superfici storiche.
 

Prodotti di ricerca WP4
  • Metodologia riproducibile su vasta scala con dati telerilevati integrati con dati cartografici e statistici per la valutazione delle aree danneggiate e una corretta gestione delle attività di soccorso
  • Modelli informativi 3D per l’acquisizione, organizzazione e visualizzazione dei dati necessari alla valutazione del comportamento strutturale di un bene architettonico
  • Modelli e soluzioni innovative per la protezione delle murature storiche attraverso l’utilizzo di nuovi materiali e il monitoraggio della loro resistenza nel tempo
  • Metodologia preventiva di valutazione della stabilità strutturale e dello stato di conservazione del legno sia come materiale strutturale che come materiale di arredo
  • Metodologia per l’individuazione dei materiali più idonei al trattamento di manufatti metallici e lapidei artificiali (malte, cementi) e il miglioramento/mantenimento delle loro proprietà
  • Prove sperimentali e modelli numerici per la progettazione di interventi di rinforzo innovativi Textile Reinforced Mortar (TRM) per il miglioramento sismico del costruito storico

Gruppo di ricerca WP4

Responsabile: Maria Laura Santarelli

Conoscenza e comparazione ante e post sisma attraverso elaborazioni da telerilevamento e GIS
Responsabile: Lorenza Fiumi
Gruppo di ricerca: Dario Gallo, Cinzia Crenca, Carlo Meoni

Valutazione della vulnerabilità sismica attraverso l’integrazione di tecniche tradizionali e sistemi BIM
Responsabile: Elena Gigliarelli
Gruppo di ricerca: Luciano Cessari, Giovanni Cangi, Filippo Calcerano, Letizia Martinelli, Leo Lorenzi, Luigi Caligiuri, Sara Aoun

Smart material per l’efficientamento e il ripristino delle superfici storiche
Responsabile: Maria Laura Santarelli
Gruppo di ricerca: Gabriella Bretti, Roberto Natalini, Barbara de Filippo, Maurizio Ceseri, Mohammad Sharbaf, Andrea Brotzu, Stefano Natali

Il legno come smart material nei manufatti soggetti a trauma sismico
Responsabile: Manuela Romagnoli
Gruppo di ricerca: Francesco Marini, Florian Zikeli,  Rosaria Caira, Swati Tamantini

Smart material per la conservazione affidabile ed il ripristino delle proprietà di manufatti metallici e lapidei artificiali
Responsabile: Gabriella Di Carlo
Gruppo di ricerca: Camilla Tennenini, Maria Paola Staccioli, Luca Tortora, Maria Laura Santarelli

Materiali compositi innovativi per il miglioramento sismico del patrimonio edilizio
Responsabile: Maura Imbimbo, Sonia Marfia, Stefano De Santis
Gruppo di ricerca: Martina Stavole, Ernesto Grande, Gianmarco de Felice, Francesca Roscini