Tecnologie innovative per la valorizzazione, diagnostica, fruizione, manutenzione e restauro dei Beni Culturali

TIPOLOGIA DI CORSO:

CAP - Corsi di Apprendimento Permanente

LIVELLO DEL DIPLOMA:

CFU:

Qualificazione e competenze Ogni laboratorio, della durata di 8 ore rilascerà n. 1 credito formativo universitario. Il percorso formativo completo sarà di 80 ore per n.10 crediti formativi universitari. Attraverso un reale confronto di esperienze tra i partecipanti e i docenti che li affiancheranno - professori universitari ed esperti di settore - discutendo casi di studio e realizzazioni significative, si intendono sviluppare creatività e competenze tecnologiche, manageriali e organizzative necessarie per progettare e realizzare interventi di forte contenuto innovativo e concreta valorizzazione.

ANNO ACCADEMICO:

2021/2022

DATA INIZIO:

2 edizioni 2020/21 (inizio 16/7/2021) e  2021/22 (inizio 10/09/2021 )

MODALITà DI EROGAZIONE:

mista

ORARIO DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITà DI FORMAZIONE:

I laboratori si svolgeranno il venerdì pomeriggio dalle 14.30 alle 18.30 e sabato mattina dalle 9.30 alle 13.30

DESCRIZIONE E ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO:

In coerenza con le macro-aree e i principali ambiti dell’Area di Specializzazione Cultura della Strategia S3 della Regione Lazio, i laboratori affrontano le seguenti tematiche:

  • applicazione delle tecnologie abilitanti digitali e non - realtà aumentata e tecnologie visuali interattive, big data e social media mining, intelligenza artificiale applicata ai beni culturali, comunicazione multicanale, biotecnologie microbiche per biorestauro, diagnostica innovativa, olografia interattiva, didattica interattiva
  • progettazione di interventi di valorizzazione
  • tutela e fruizione sostenibile
  • promozione e partnership con le eccellenze sul territorio.

Il progetto prevede anche la definizione di modalità di fruizione a distanza e della conseguente articolazione dei moduli in cui suddividere i laboratori, necessaria per una più adeguata fruizione online. In tal modo potranno essere gestite con flessibilità eventuali esigenze logistiche o particolari necessità espresse dai partecipanti al percorso formativo. Il percorso formativo completo è composto da n.10 laboratori, che potranno essere seguiti indipendentemente l’uno dall’altro in relazione alle specifiche tematiche di interesse di ciascun partecipante. Attraverso un reale confronto di esperienze tra i partecipanti e i docenti che li affiancheranno - professori universitari ed esperti di settore - discutendo casi di studio su realizzazioni significative, si intendono sviluppare creatività e competenze soft - manageriali e organizzative - necessarie per progettare e realizzare interventi di forte contenuto innovativo e concreta valorizzazione. Il progetto prevede la conduzione di due cicli completi, dunque 2 edizioni di ciascun laboratorio, nel corso dell’anno accademico 2020-2021.

OBIETTIVO DEL CORSO:

Il programma dei corsi formativi si rivolge ad archeologi, storici d’arte, architetti, ingegneri, restauratori e conservatori, economisti, guide turistiche che operano nel settore dei beni culturali. Si articola in laboratori teorico-pratici che approfondiscono le applicazioni di tecnologie innovative nei diversi settori dei Beni Culturali :

  • conoscenza teorica delle tecnologie innovative e loro applicazioni mediante l’illustrazione di casi studio applicativi nei diversi settori dei Beni Culturali
  • migliori condizioni di utilizzo e fruizione sostenibile dei Beni Culturali
  • strategie possibili per i settori produttivi per accrescere la competitività e l’attrazione socioculturale dei territori dei Beni Culturali.

I PRINCIPALI ARGOMENTI OGGETTO DEL CORSO:

Di seguito sono elencati i titoli dei laboratori in cui si articola il percorso formativo proposto, raggruppati in due aree tematiche: “Valorizzazione dei beni culturali” e “Tecnologie applicate ai beni culturali”. In un’ottica di fruizione flessibile e personalizzabile, i diversi laboratori possono essere seguiti indipendentemente l’uno dall’altro in relazione agli specifici interessi e alle competenze possedute da ciascun partecipante.

Laboratori Laboratori sulla “Valorizzazione dei beni culturali”
- La valorizzazione del patrimonio culturale di fronte alle sfide dell’economia digitale
- La tutela e la fruibilità sostenibile del patrimonio culturale
- Sviluppare e gestire la conoscenza del patrimonio culturale
- Comunicazione e promozione del patrimonio culturale
- Sviluppare le partnership con il mondo produttivo e le eccellenze sul territorio
Laboratori sulle “Tecnologie applicate ai beni culturali”
- Augmented Reality e Tecnologie Visuali Interattive per la valorizzazione del cultural heritage - Modulo base
- Augmented Reality e Tecnologie Visuali Interattive per la valorizzazione del cultural heritage - Modulo avanzato
- Strumenti di misura ed analisi dati tramite intelligenza artificiale per il monitoraggio del patrimonio culturale
- Diagnostica innovativa per i beni culturali e divulgazione nei musei
- Restauro sostenibile e processi microbiologici per soluzioni innovative.
 

OCCUPABILITÀ:

Trattandosi di un percorso di sviluppo di soft skill molto innovativo non sono reperibili dati di benchmark adatti a stabilire puntuali obiettivi di occupabilità. Tuttavia, in relazione alla domanda formativa che esprimono gli stakeholder identificati, si ritiene che la frequenza dei laboratori possa contribuire alla riqualificazione professionale dei partecipanti, ampliando le possibilità di carriera e di occupabilità per professionisti e manager da allocare su nuovi progetti. Per poter valutare questi parametri e raccogliere dati utili a successive analisi volte a migliorare l’offerta formativa, verrà proposto alle persone che frequenteranno i laboratori di partecipare ad una rilevazione in due step, a 6 e a 12 mesi dalla fine del progetto, per verificare se e come si sia modificata la loro attività lavorativa ed il loro reale impiego su
progetti di sviluppo di nuovi servizi e soluzioni innovative.

DISCENTI, NUMERO MINIMO ISCRITTI :

Numero minimo di partecipanti previsto 100 (complessivamente per i 2 cicli di 10 laboratori)

ALTRE UNIVERSITÀ O ENTI DEL CENTRO DI ECCELLENZA DTC LAZIO COINVOLTE:

  • Centro UER Academy - Università degli Studi Europea
  • Laboratorio di Diagnostica e Scienza dei Materiali “Michele Cordaro” – LABDIAC - Dipartimento di Economia, Ingegneria, Società e Impresa - Università degli Studi della Tuscia

QUOTA DI ISCRIZIONE:

Costo di Euro 190,00 (centonovanta/00) IVA inclusa per ciasun laboratorio
Condizioni economiche di miglior favore vengono riconosciute nei seguenti casi:

  • costo di Euro 150 (centocinquanta/00) IVA inclusa per ciascun laboratorio per tutti gli iscritti fino al compimento del 30° anno di età
  • costo di Euro 150 (centocinquanta/00) IVA inclusa per ciascun laboratorio in caso di iscrizione contemporanea a un numero di laboratori da 5 a 10 – condizione applicabile anche nel caso di imprese e pubbliche amministrazioni che iscrivano contemporaneamente più dipendenti (es. iscrizione di un dipendente a 2 laboratori e di un altro dipendente a 3 laboratori)
  • costo di Euro 170 (centosettanta/00) IVA inclusa per ciascun laboratorio in caso di iscrizione contemporanea a un numero di laboratori da 2 a 4 – condizione applicabile anche nel caso di imprese e pubbliche amministrazioni che iscrivano contemporaneamente più dipendenti (es. iscrizione di un dipendente a 1 laboratorio e di un altro dipendente a 2 laboratori).

DIRETTORE/RESPONSABILE:

Prof.ssa Tiziana Laureti, Direttore Dipartimento di Economia, Ingegneria, Società e Impresa – dipendente a tempo indeterminato della Università degli Studi della Tuscia.

SEDE DI SVOLGIMENTO DEL CORSO:

Università degli Studi della Tuscia; Università degli Studi Europea

FACOLTA':

Economia

CONTATTI:

Per potersi prenotare/iscrivere ai diversi laboratori cliccare sul seguente link

EMAIL:

Per informazioni su iscrizione e pagamento potete scrivere alla seguente mail: capdeim@unitus.it

SITO WEB: 

http://www.unitus.it/it/dipartimento/deim/corsi-di-apprendimento-permane...