La matematica può aiutare a conservare i monumenti?

13 Luglio 2021

Ne parla Roberto Natalini, Direttore dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "M. Picone" (CNR), sul numero di agosto della rivista bimestrale Sapere in libreria dal 29 luglio.

Qui un breve estratto: Solo in tempi molto recenti ci si è avvicinati al mondo della conservazione e protezione dei beni culturali usando modelli matematici, come la simulazione numerica e l'ottimizzazione. Ci si è resi conto infatti che i modelli possono essere di aiuto nel capire la dinamica dei processi di degrado, ma possono anche tornare utili per immaginare nuove strategie efficaci di protezione e restauro. Con la simulazione possiamo creare scenari per testare in modo virtuale l’effetto a lungo termine delle possibili scelte di politica della conservazione e aiutare così le amministrazioni competenti a prendere delle decisioni ottimizzate sulla base delle risorse disponibili, che sono sempre molto limitate. [...] Un segnale senz'altro positivo è la presenza, questa volta ben consolidata, di alcuni laboratori di matematica applicata ai beni culturali nel Centro di Eccellenza del Distretto Tecnologico Culturale della Regione Lazio, centro recentemente costituitosi per rispondere all'esigenza di coordinare e valorizzare le competenze scientifiche e tecnologiche delle università statali del Lazio e dei maggiori centri di ricerca con sede nella regione, così da renderle disponibili a tutte le realtà pubbliche e imprenditoriali potenzialmente interessate.