Laboratori

Archeologia e Società dell’Informazione

Esperienza trentennale nell’archiviazione ed elaborazione dei dati archeologici (standard di catalogazione, database e risorse di rete) e nelle dinamiche di produzione e diffusione della conoscenza in ambiente digitale (standard e metadati, Open Archives Initiative, Text Encoding Initiative, CMS e comunicazione scientifica). Implementazione e analisi dei dati del repository digitale della rivista internazionale “Archeologia e Calcolatori” e del Museo virtuale dell’informatica archeologica, realizzato in collaborazione con l'Accademia Nazionale dei Lincei.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

CoRLib - Laboratorio di Restauro e Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Le attività di laboratorio prevedono 450 ore di frequenza annuale per un totale di 100 CFU da svolgere nei cinque anni di Corso, inerenti la conservazione e il restauro di materiale cartaceo, membranaceo, del cuoio, realizzazione di facsimili, progettazione e realizzazione di interventi di restauro di beni originali librari, archivistici, manufatti cartacei e materiale fotografico.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

DASIlab

Interfacce utente avanzate per la fruizione dei beni culturali, anche sfruttando tecniche di gamification Uso di tecniche di AI per l'engagement & l'empowerment del fruitore. Pubblicazioni recenti : Massimo Mecella, Francesco Leotta, Andrea Marrella, Federico Palucci, Chiara Seri, Tiziana Catarci: Encouraging persons to visit cultural sites through mini-games. EAI Endorsed Trans. Serious Games 4(14): e3 (2018) ; Thomas Collerton, Andrea Marrella, Massimo Mecella, Tiziana Catarci: Route Recommendations to Business Travelers Exploiting Crowd-Sourced Data. MobiWIS 2017: 3-17

GamificationLab - SapienzaApps

GamificationLab è un laboratorio universitario dedicato alla ricerca e alla didattica nel campo della Interazione Uomo-Macchina, della Gamification, dei giochi e delle simulazioni digitali. Nell'ambito del laboratorio vengono progettate, sviluppate e sperimentate app per dispositivi mobili con soluzioni di gamification, prodotti videoludici, simulazioni e applicazioni ad alta interattività. Gli studenti che partecipano al laboratorio sono coinvolti nello sviluppo di progetti sotto la supervisione di docenti e tutor. Ai gruppi di lavoro viene fornito tutto il necessario supporto per le fasi di ideazione-progettazione (design / game design, need finding, storyboarding), prototipazione e sperimentazione, sviluppo e testing, deploy e usage analysis. Nel laboratorio vengono sviluppate le app pubblicate sugli store iOS e Android sotto il nome SapienzaApps: più di 50 pubblicate dal 2010 ad oggi, comprendono l'applicazione ufficiale Infostud per iOS, nonché alcune applicazioni per i beni culturali quali l'applicazione "MAn Roma" per il Museo di Antropologia G. Sergi della Sapienza, e l'applicazione SafeArt, per il monitoraggio del trasporto delle opere d'arte. Il laboratorio opera al fine di realizzare forme di didattica innovative, attività di ricerca e progetti di sviluppo interdisciplinari promuovendo la cooperazione tra dipartimenti, docenti, ricercatori e studenti della Sapienza con aziende, enti pubblici e operatori finanziari.

Laboratorio Digital Curation

Provvede alla digitalizzazione, metadatazione, conservazione e cura di patrimoni digitali, documentali e multimediali, per la loro disseminazione in Rete. Le postazioni possono acquisire materiali analogici di varia tipologia: audio-video, testi e immagini da diverse sorgenti e supporti, generando file non compressi e fedeli all’originale; dalle copie in alta definizione vengono derivati i file adatti all’accesso on line. Tramite appositi strumenti e software è possibile intervenire alla correzione di eventuali difetti. Le macchine acquisiscono in automatico i metadati tecnici, mentre i metadati descrittivi, semantici e relazionali vengono inseriti per mezzo dell’interfaccia di catalogazione. La rete intranet del laboratorio è costruita secondo un modello a stella: tutte le postazioni sono collegate al server, che dispone di uno storage di 64+48+24 terabyte; Il laboratorio è dotato inoltre della strumentazione necessaria alla realizzazione di documentari audiovisivi e cortometraggi.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

LIBeR. Libro e ricerca

  • Analisi codicologica, paleografica, bibliologica e descrizione catalografica standardizzata del patrimonio librario antico manoscritto e a stampa;
  • Inquadramento e contestualizzazione storico-filologica dei manufatti librari antichi;
  • Identificazione testuale, descrizione standardizzata e studio delle opere letterarie, liturgiche e musicali tramandate dal patrimonio librario antico;
  • Identificazione, descrizione e studio analitico dell’apparato decorativo del patrimonio librario antico;
  • Acquisizione, conservazione e catalogazione di riproduzioni digitali di manoscritti, con particolare riguardo al patrimonio librario originario di Montecassino;
  • Elaborazione di banche dati riguardanti il patrimonio librario antico e relativa diffusione dei dati tramite pubblicazioni a stampa e ad altro contenuto tecnologico offline e online;
  • Progettazione di iniziative di ricerca, divulgazione e valorizzazione relative al patrimonio librario antico.

OFFICINE MUSEALI

Le Officine Museali sono il laboratorio del PmS dedicato alla prototipazione, modellazione e replica di selezionati reperti museali mediante avanzate tecniche di scansione, elaborazione e restituzione 3D finalizzate all’analisi, al restauro e alla divulgazione del patrimonio Sapienza. L’attività di questo Laboratorio coinvolge oltre al personale del PmS e dei singoli musei anche studenti universitari impegnati in varie attività come tesi di laurea e di dottorato, tirocini e stage formativi nonché degli studenti della scuola secondaria che partecipano ai progetti di alternanza scuola-lavoro. La prima area di questo laboratorio è dedicata all’acquisizione di modelli tridimensionali attraverso la fotogrammetria. La seconda area è attrezzata per la visualizzazione ed elaborazione delle immagini digitali e dei modelli 3D attraverso workstation dedicate. La terza area è dedicata alla stampa 3D di oggetti progettati ad hoc per exhibit o per laboratori ludico-didattici.

progetto Museo Facile

Si occupa di comunicazione e accessibilità del patrimonio museale. Svolge attività di ricerca teorica e applicata, mirata a favorire e implementare l’accesso culturale ai musei grazie ad un sistema di comunicazione integrata, dinamica e comprensibile da parte di tutti i tipi di pubblico. Lavora alla revisione degli apparati comunicativi del museo e alla predisposizione di strumenti e materiali didattici improntati a principi di chiarezza, leggibilità, coerenza grafica e accessibilità, in linea con gli standard nazionali. Utilizza modalità tradizionali e tecnologie mirate (audiovisivi, rendering, QRCode, etc.), con attenzione a quelle di tipo assistivo (Video LIS, modelli tattili, tavole termoformate etc.). Collabora con istituzioni diverse (MIBAC, Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi Onlus, Istituto Statale per Sordi di Roma, ICOM, CUDARI) e coinvolge attivamente gli studenti universitari e delle scuole superiori in tirocini formativi.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Science & Technology Digital Library (STDL)

La Science & Technology Digital Library, in stretta collaborazione con istituzioni accademiche, scientifiche e culturali e con il mondo delle imprese, svolge attività di sviluppo e trasferimento tecnologico e di know-how nei settori delle digital library, delle infrastrutture digitali per la ricerca e i beni culturali, della digital curation, e della comunicazione e valorizzazione dei patrimoni digitali. in particolare, le attività di ricerca applicata e di sviluppo tecnologico si concentrano su: Digital Library Management System (DLMS), portali semantici, cataloghi e MetaOpa, piattaforme repository, sistemi di Reference Virtuale, sistemi di Formazione a Distanza (FAD), sistemi di digitalizzazione del patrimonio culturale, sistemi e piattaforme per la digital curation e la digital preservation, infrastrutture hardware e software per la gestione integrata di oggetti digitali e digitalizzati, sistemi avanzati di digitalizzazione 3D.

Semantic Technology Laboratory

Il laboratorio è nato nel 2008. Le sue attività di ricerca si concentrano principalmente nei seguenti domini:

  • ricerca e sviluppo di metodi e tecnologie per l’estrazione automatica di conoscenza (principalmente da testo, espresso in linguaggio naturale);
  • studio di tecniche e metodi per l’analisi e l’estrazione di pattern da grafi di conoscenza (knowledge graph);
  • ricerca e sviluppo di metodi e tecnologie per la progettazione di ontologie e knowledge graph, per open data e sistemi intelligenti;
  • ricerca e sviluppo in robotica sociale, sistemi di dialogo basati su tecnologie semantiche.

Tecnologie per Micro e Nano sistemi a Microonde

L’attività riguarda la caratterizzazione di materiali per mezzo di Microscopia a Scansione di Sonda utilizzando segnali ad Alta Frequenza. La misura consente di ottenere informazioni in riflessione e trasmissione del segnale sia in termini di imaging che di spettroscopia su aree dell'ordine di alcuni cm2 o meno estese (con risoluzione micro-metrica e sub-micrometrica rispettivamente). L’attuale interesse è quello di misurare campioni "cultural heritage" di piccole dimensioni e preferibilmente planari, valutando gli eventuali vantaggi di imaging e spettroscopia ad alta frequenza, utilizzando lunghezze d’onda a frequenze di microonde e nel millimetrico, caratterizzate da alta penetrazione nella maggior parte dei materiali dielettrici, e avendo come risoluzione quella delle dimensioni della sonda. Campioni per analisi superficiale e sotto-superficiale possono riguardare: documenti, dipinti e manufatti in genere suscettibili di analisi mediante scansione di sonda.