RM2 - Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Laboratorio RadioPoints

Il laboratorio svolge ricerca nell’ambito del RF Sensing e RF Imaging. In particolare, nel contesto del RF Sensing vengono sviluppati sistemi di monitoraggio delle attività umane, conteggio, localizzazione e tracking delle persone, mentre nel contesto del RF Imaging, si sviluppano tecnologie di analisi diagnostica su strutture biologiche e non biologiche. Tali competenze trovano applicazione nella gestione ottimizzata di musei e parchi archeologici (RF Sensing) e nell’analisi e conservazione di beni artistici e culturali (RF Imaging).

Laboratorio di ricerca sul suono - LARS

Il LARS (Laboratorio di Ricerca sul Suono) nasce con l’obiettivo di realizzare una struttura tecnica di livello professionale nei settori della registrazione e diffusione multicanale, della produzione e post-produzione audio, del sound design e della composizione di musica assoluta ed applicata, dello sviluppo di nuove tecnologie HD/SW applicate ai suddetti settori, anche in colaborazione e a supporto di aziende operanti sul mercato. La struttura è inserita in un contesto didattico orientato agli studenti dei Corsi di Studio del Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società, con particolare riferimento al corso di Musica Elettronica, al Master in Sonic Arts e al Corso di formazione in Music Production.

Il LARS è organizzato in due spazi polifunzionali, dedicati alle tecnologie avanzate hardware e software per il trattamento del suono:

-           Sala Regia (stanza P18)

La sala è dotata di computer Mac Book Pro con i software DAW più utilizzati nel campo dell’audio professionale, e della strumentazione hardware necessaria alla gestione del sistema d’ascolto multicanale dell’Auditorium “E. Morricone”, costituito da 8 altoparlanti Bose a parete, due SUB Bose e 36 altoparlanti Tannoy a controsoffitto e consente una spazializzazione del suono in tempo reale con proiezione sonora 3D.

-           Laboratorio di sound design e post-produzione audio (stanza P10)

La sala è dedicata all’editing, mixing e mastering audio delle registrazioni effettuate in studio o durante i concerti e gli spettacoli dal vivo curati dal LARS. La sala è altresì utilizzata per la composizione di musica elettroacustica e per la realizzazione di colonne sonore e sonorizzazioni di documentari, cortometraggi e videogames

Laboratorio-archivio di etnomusicologia e produzione audiovisiva - LADEM

Il Laboratorio gestisce la produzione, archiviazione in digitale e catalogazione di documentazione audiovisiva effettuata sul campo, in esterno, con particolare riguardo alle ricerche di carattere etnomusicologico, ma anche di concerti ed eventi di vario genere. E’ in grado di produrre montaggio audio-video (documentaristica, videoclip). Sperimenta tecniche di registrazione audio e video dal vivo. Effettua conversione in digitale di documenti audio e video da supporti analogici (dischi in vinile, audiocassette etc.) o digitali di prima generazione su nastro magnetico (DAT, MiniDisk, MiniDV).

Possiede e gestisce un archivio in digitale di circa 300 ore di documentazione video e circa 200 ore di registrazioni audio, effettuate sul campo in diverse regioni d’Italia e dell’Africa.

Laboratorio di Tecnologie edilizie - telab

Nel laboratorio si svolgono studi sulla evoluzione delle tecniche costruttive finalizzati al recupero e alla riqualificazione del patrimonio italiano del Novecento.

Nel laboratorio sono raccolti repertori di schede tecniche e campioni di materiali costruttivi attuali, utili alla riproposizione di soluzioni costruttive sostenibili e applicabili negli interventi di recupero edilizio.

Il laboratorio viene coinvolto nella attività conto terzi per consulenza e supporto ai progetti di recupero edilizio.

Nel laboratorio si svolgono studi sulla evoluzione delle tecniche costruttive finalizzati al recupero e alla riqualificazione del patrimonio italiano del Novecento. Il laboratorio viene coinvolto nella attività conto terzi per consulenza e supporto ai progetti di recupero edilizio. Nel dettaglio, gli ultimi progetti sono stati:

Consulenza tecnico-scientifica relativa alla progettazione ed esecuzione dei lavori di restauro dell’edificio della Ex-Gil di Ostia (Conto terzi con Edilfrais costruzioni generali SpA) (2019)

Organizzazione de “La Settimana del legno”, una serie di convegni e seminari internazionali mirati a sensibilizzare studenti e professionisti sull’uso del legno nella costruzione, svolti nell’Università di Roma Tor Vergata in due edizioni (6-11 marzo 2017, 4-8 marzo 2019). L’iniziativa riceve il “Diploma di Merito” nel “Premio PA Sostenibile – II Edizione. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, 15 maggio 2019. Nel 2021 è prevista una terza edizione dell’iniziativa

Consulenza, direzione e coordinamento del Contratto conto terzi "Ricerca storica sullo Stadio Flaminio a Roma, dalla realizzazione ad oggi, analizzando lo stato di fatto dello Stadio e delle sue adiacenze al momento, tenuto conto di tutte le modifiche apportate all’impianto sino ad oggi", nell'ambito di una convenzione stipulata tra il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica dell'Università di Roma Tor Vergata e Risorse per Roma Spa. (2013).

Nel laboratorio sono raccolti repertori di schede tecniche e campioni di materiali costruttivi attuali, utili alla riproposizione di soluzioni costruttive sostenibili e applicabili negli interventi di recupero edilizio.

laboratorio di geotecnica - FROZEN Geolab

Studio dei terreni multifase (parzialmente saturi), artificialmente congelati e dei materiali granulari a grani frantumabili. Applicazioni: frane indotte da pioggia, sostegno temporaneo degli scavi in ambiente urbano, effetti dell’installazione dei pali in materiali granulari.
Elenco principali brevetti:
MACCHINA DI PROVA PER CARATTERIZZARE UN TERRENO ARTIFICIALMENTE CONGELATO Deposito dicembre 2017 ( ITA 01/12/2017 – IT 102017000138835 )
PCT dicembre 2018 (PCT/IB2018/059570 - PCT 03/12/2018).

Elenco progetti di ricerca più rilevanti sviluppati dal laboratorio:
FROZEN (finanziamento Filas-LazioInnova): “Indagine sperimentale del comportamento meccanico di terreni artificialmente congelati – FROZEN” – FILAS-RU-2014-1180 (194 k€) (www.frozen.uniroma2.it) (2015-17)
ETHZ_UTV (2017-18): (finanziamento ETHZ) progetto di collaborazione per lo studio dei fenomeni di innesco di frane superficiali indotte da pioggia (“3D Numerical Modelling of Shallow Landslides induced by Rainfall”) (40 k€).
MISSION SUSTAINABILITY Uniroma2 (2018-19): “SMARTGSHP-Smartsizing the ground-source heat pumping systems taking into account the themo-hydro-mechanical coupling with soil sorrounding” (21 k€)
Bando Preseed LazioInnova (2019-20): “FROZEN Geolab” (100 k€)
StartCupLazio 2017: “Frozen” Premio Speciale Startup Initiative Intesa Sanpaolo “BOOTCAMP FOR ENTREPRETEURS”

Elenco principali servizi svolti dal laboratorio:
- Consulenza ENEL progettazione pannelli fotovoltaici alla luce delle NTC Canadesi: criticità e miglioramenti proposti (15 k€)
-Consulenza Metro Napoli- galleria di collegamento Piazza Municipio, elaborazione e interpretazione dei dati monitorati durante l’applicazione dell’Artificial Ground Freezing (AGF) per lo scavo della galleria di collegamento (40 k€)
-Collaborazione MetroC, stesura in co-tutela di 3 tesi di laurea sull’Artificial Ground Freezing per il passaggio della galleria di MetroC nella stazione San Giovanni.
-Collaborazione ITALFERR per la messa a punto dell’apparecchiatura triassiale FROZEN per prove su terreni artificialmente congelati.
-Collaborazione con PINIGroup e TREVISpA per interventi di congelamento artificiale.

Laboratorio di Restauro architettonico - REA_Lab-TV

Il laboratorio svolge attività didattica e di ricerca Le ricerche sono finalizzate allo studio, al rilevamento e all’analisi materiale di edifici per i quali il rapporto con la preesistenza archeologica risulti particolarmente stringente per giaciture, impianti, tecniche costruttive, stato di conservazione, modalità di manutenzione e possibilità di recupero o rifunzionalizzazione. Le ricerche condotte nel laboratorio, anche con finalità didattiche, vertono in particolare in collaborazione con la Diocesi Suburbicaria di Palestrina (Roma) e il MIBACT - Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio – (Palestrina su: La presenza dell’antico nell’architettura di età moderna a Palestrina: conoscenza, recupero, rifunzionalizzazione (convenzione con MIBACT) e Chiese ed edifici religiosi della Diocesi di Palestrina: rapporto con l’antico, conoscenza e recupero (convenzione con Diocesi Palestrina).Le attività di ricerca del laboratorio, svolte in collaborazione con istituzioni pubbliche (Ist. Aut. Va-VE_Mibact) e privati, sono finalizzate alla conservazione, al restauro e alla valorizzazione dell’edilizia storica e monumentale. A rilievo, analisi strutturale, studio delle tecniche costruttive storiche, caratterizzazione materica e del degrado, in sinergia interdisciplinare e interdipartimentale (DICII-Tor Vergata), il laboratorio associa indagini su metodi e strumenti per la valutazione del rischio in siti di pregio e nell’edilizia storico-monumentale, in un processo scientifico teso alla completa conoscenza del bene. Questa è propedeutica e funzionale a interventi di restauro compatibili, nonché alla corretta organizzazione, trasmissione, aggiornamento e implementazione di informazioni utili alla conoscenza del reale stato di conservazione del bene e degli elementi di criticità che richiedono interventi in regime d’urgenza.

Centro di Cognizione, Linguaggio e Conoscenza - CLAK

I membri del centro hanno una pluriennale competenza nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale, dell’Apprendimento Automatico, dell’Elaborazione del Linguaggio Naturale e della Cognizione. In particolare, il centro studia la collaborazione tra Scienze Cognitive (SC) ed Intelligenza Artificiale (IA) che ha contribuito ad una svolta importante per lo sviluppo di entrambe le discipline:

  • nel settore dell’Intelligenza Artificiale ha portato a contributi innovativi nella definizione e realizzazione di sistemi intelligenti basati su modelli plausibili della cognizione umana; ha grandemente influenzato anche le metodologie di analisi del linguaggio naturale e della rappresentazione della conoscenza;
  • per quel che concerne le Scienze Cognitive ha permesso lo sviluppo di modelli cognitivi così come nuove architetture basate su: l’elaborazione dell’informazione, la rappresentazione della conoscenza e la sua manipolazione; tutto ciò ha contribuito a svelare nuove modalità/caratteristiche del pensiero e del comportamento umano.

In tale approccio multidisciplinare, per collaborare allo studio di sistemi artificiali intelligenti, trovano spazio contributi di altre discipline viciniori quali: l’informatica in senso ampio, l’ingegneria dei modelli, la filosofia, le scienze sociali, l’elettronica, etc.

Molti interrogativi sono ancora irrisolti e si è in attesa di idee innovative ed anticonvenzionali che possano fornire nuovi ed interessanti contributi di ricerca. Condividere idee, approcci, punti di criticità e tecnologie, può contribuire a creare un ambiente di ricerca sinergico alla definizione di nuovi ed articolati contesti di ricerca.

I membri del centro hanno applicato le tecniche sviluppate per creare sistemi nell’ambito dei beni culturali. In particolare, hanno sviluppato chatbot per promuovere elementi culturali verso il grande pubblico. Tali risultati sono stati pubblicati in conferenze e workshop di respiro internazionale.

Laboratorio di Diagnostica per immagini e radiologia interventistica

Diagnostica per immagini; Imaging molecolare. Diagnostica artistica su dipinti su tela e su statue per acquisizione di dati relativi ai materiali costitutivi, alle tecniche esecutive e agli aspetti critici.

Laboratorio di Restauro di Materiale librario e archivistico, Manufatti cartacei, Materiale fotografico, cinematografico e digitale

L’attività del laboratorio di restauro si concentra sulla didattica offrendo agli studenti del corso di laurea in conservazione e restauro dei beni culturali – pfp 5 (materiale librario e archivistico, manufatti cartacei, materiale fotografico, cinematografico e digitale) la possibilità di apprendere e sperimentare tecniche d’intervento e materiali secondo le più moderne teorie e tendenze nel settore. il materiale oggetto di restauro proviene da enti pubblici convenzionati con l’ateneo ed il dipartimento di studi umanistici, e comprende materiale librario e archivistico, manufatti cartacei, materiale fotografico, cinematografico e digitale. in collaborazione con i colleghi dei dipartimenti di scienze e tecnologie chimiche, ingegneria industriale e biologia si affrontano e studiano, da un lato, le problematiche inerenti il degrado e, dall’altro, le soluzioni più efficaci per il trattamento dei beni culturali di competenza. le attività sono svolte sia presso il laboratorio attrezzato dell’università, sia in cantieri esterni presso gli istituti convenzionati.  CLICCA QUI PER IL VIDEO

Pagine